Meditazioni di un medico ebreo

Di Massimo Acciai Baggiani

maestroQualche anno fa mi capitò di trascrivere al pc alcuni vecchi quaderni scritti in esperanto da un tale Leone Maestro (1900-1973), medico ebreo che a partire dalla seconda guerra mondiale ha iniziato a tenere una sorta di diario, pieno di meditazioni che riportava quasi quotidianamente su carta. Il signor Maestro ha scritto per più di trent’anni, lasciando centinaia di pagine in eredità ai cinque figli – Marco, Roberto, Miriam, Lea e Fiorenza – i quali hanno giustamente pensato di condividere col mondo le riflessioni filosofiche del padre. Nasce così Meditazioni, edito nel 2015 dalla casa editrice livornese Salomone Belforte & C.: un’antologia dei primi quaderni, quelli scritti in italiano negli anni della guerra, precisamente tra il ’39 e il ’44. I successivi, quelli scritti in esperanto, sono purtroppo ancora inediti – anche se salvati su pc – e sono quelli che ho letto per primi. Mi mancava, come dire, l’“antefatto”: ho potuto colmare questa lacuna grazie al dono dei fratelli Maestro, ritrovando – a distanza di molti anni – quello stile arguto e in molti casi lapidario che fa pensare alle massime di La Rochefoucauld applicate alla Storia, quella che l’autore stava vivendo in prima persona dal suo esilio marsigliese (nel 1940) e successivamente in un’Italia martoriata dal conflitto, perseguitato per il suo antifascismo. Scamperà al destino di molti suoi correligionari (ma sua madre morirà ad Auschwitz nel ’44). Vive in molti luoghi, tra Roma, Firenze, la Libia, la Tunisia e il Fezzan, annotando diligentemente le sue impressioni, fino alla morte per infarto negli anni Settanta. Perché abbia deciso di scrivere buona parte dei suoi quaderni in esperanto (lingua peraltro creata da un altro ebreo, quel Ludovico Zamenhof che aveva a sua volta assaggiato sulla sua pelle i conflitti internazionali) lo si può facilmente intuire dalla visione cosmopolita della politica che emerge dalla sua opera: una visione non priva di ironia ma neppure di profonda amarezza e disillusione, anche nelle pagine del dopoguerra.

Firenze, 16 dicembre 2018

Bibliografia

Maestro L., Meditazioni, Livorno, Salomone Belforte & C., 2015.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...