Serrature

Articolo di Massimo Acciai

Alessandro Riccio si dimostra ancora una volta un ottimo attore e autore teatrale con questo nuovo lavoro, Serrature, in cui è affiancato da altri validi colleghi quali Amerigo Fontani, Vania Rotondi, Piera Dabizzi, Francesco Gabbrielli e Marco Santi. I personaggi ruotano tutti attorno al protagonista, Giulio, architetto, interpretato dal versatile Riccio: un protagonista che vive letteralmente al centro della scena e della vita di amici, colleghi e della moglie ossessionata dalla linea. Giulio è il punto di riferimento di tutti, si sposta fulmineo da un settore all’altro delle scene in cui è suddiviso il palco, per tutti ha la parola giusta: ma a un certo punto il meccanismo si inceppa e il povero Giulio perde il contatto con la realtà. Impazzisce. La psicologa Galigaris cercherà di aiutarlo, portando alla luce il motivo recondito scatenante della crisi.

Una commedia amara per certi aspetti, anche se si ride molto, che ci fa riflettere sul mondo moderno che ci vorrebbe tutti dei Superman immuni da qualsiasi kriptonite.

Firenze, 26 gennaio 2019

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...