La nuova moda si chiama altermoderno

Nel postmoderno: “La moda, la cultura, la visione e la non-partecipazione politica, il sesso vagabondo ecc, sono altrettanti indizi della perdita dell’individualismo e del sociale in un confusionale societario indefinite, […] Non bisogna dedurne che si tratti di un processo di uniformazione, tutt’ altro. In un insieme organico in cui la comunità è primordiale vediamo elaborarsi un intenso gioco delle differenze in ciò che chiamare reversibilità”(M. Maffesoli, l’ ombra di Dioniso p.27). Però se il modernismo era un internazionalismo che ha voluto unificare e standardizzare i codici di espressione e il postmodernismo, in un certo senso è stata la scia del modernismo, la nuova convenzione, che prende il nome altermodernismo,(il primo che ha parlato di altermoderno era Nicolas Bourriaud) non è un concetto che si pone rispetto al postmoderno, non è il dopo del dopo del moderno, ma una cosa totalmente diversa. Quel che oggi chiamiamo ”altermoderno” è il desiderio che ha qualcuno di agire in modo alternativo.

L’altermoderno definito come quello che toglie la nostalgia di essere moderni cioè programmatici ma anche toglie il principio dell’incertezza di postmoderno, alter moderno considera che l’ arte (anche la filosofia) è l’ insinuazione che coesiste in quel che non si può esprimere. Moderno, postmoderno, altermoderno teorie o miti. Però la questione che si pone rispondere simultaneamente alla corrente sotterranea che si muove all’orizzonte degli orizzonti lontani che ci procura le ci procura le sue luci. Secondo altermoderno la verità si muove sul piano antropologico e non storico, cioè sul piano dell’Altro. Le “cose” si trovano al di là delle loto differenze relative. L’opera d’arte è tras-formazione di un significato in una forma riuscita. La scrittura, del romanzo, o della poesia ha un concetto apertissimo che contiene in sè un’infinità di operazioni. Il pensiero simbolico, il pensiero razionale, il linguaggio, il vero, il bello, il giusto, il bene, esistono nella esperienza di un altro sa sé. Il nuovo plano è: anti-logico, anti-filosofico,anti-intellettuale, anti-dialettico. Come la chora del Timeo cioè quell’amorfo indifferente, onnipotente proprio in quanto non consiste. Parafrasando Van Gogh, solo la vita nuda, niente filosofia, né storia, né mistica, né rito, né letteratura né poesia, né psicurgia o liturgia, niente… La nuova moda oggi é  l’ atermoderno.

Apostolos Apostolou

Docente di Filosofia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...