Pensieri e ricordi di un provinciale

Di Massimo Acciai Baggiani

brogiIl genere autobiografico non è semplice: certo, per scrivere un buon libro non occorre essere stati sulla Luna o aver salvato il mondo; anche in una vita “comune” si possono trovare episodi avvincenti, ma bisogna saperli raccontare e iscrivere in un progetto narrativo coerente. Marco Brogi c’è riuscito, a mio parere. Il suo libro si compone di due parti, ben indicate nel titolo (anche se in ordine invertito): la parte dedicata ai ricordi è la prima, ma non meno interessante è la seconda parte, in cui l’autore raccoglie un suo personale zibaldone di pensieri e citazioni sull’attualità, la politica, la televisione eccetera.

Seguiamo così Marco Brogi nella sua infanzia a Cotiburi, nella provincia aretina, poi nel Valdarno: le prodezze della Sangiovannese, la squadra del cuore, i viaggi con gli amici in Italia e all’estero, con il sacco a pelo, i ricordi del Casentino (terra a cui sono molto legato anch’io e a cui ho dedicato il mio libro Cercatori di storie e misteri, edito anch’esso da Porto Seguro), l’esperienza da sindaco di Capolona… questo e altro nella scrittura scorrevole e coinvolgente del Brogi.

Un libro simile a un viaggio (non casuale la scelta dell’immagine di copertina) che l’autore ci invita a fare con lui: invito che vale la pena accogliere.

Firenze, 26-27 giugno 2019

Bibliografia

  • Brogi M, Pensieri e ricordi di un provinciale, Firenze, Porto Seguro, 2019.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...