Mille volte l’11 settembre

Di Massimo Acciai Baggiani

Il curioso titolo di questo fanta-thriller (che sconfina poi nell’ucronia) fa subito pensare a un disastro di proporzioni bibliche ma, anche se pure qui c’è un attentato aereo, non si tratta di quello delle Torri Gemelle: abbiamo qui qualcosa di mille volte più grave. Il romanzo è ambientato tre anni e mezzo dopo l’11 settembre, molto lontano dall’America; siamo infatti a Roma, tra marzo e aprile 2005, gli ultimi giorni del pontificato di Giovanni Paolo II e i primi dopo la morte del Papa polacco (che ricordo molto bene e che stimavo, nonostante il mio anticlericalismo). Al funerale c’è la più grande concentrazione di capi di Stato della storia e una folla di centinaia di migliaia di persone per dare l’ultimo saluto a uno dei papi più popolari; ma dietro l’evento oscure trame, che partono da un apparentemente comune omicidio, porteranno alla catastrofe. Una vendetta càtara che ha atteso secoli per compiersi, minacciose profezie medievali, una serie di eventi che precipitano; i protagonisti di Undicimila settembre, appartenenti alle forze dell’ordine, dovranno trovare il bandolo della matassa prima che sia troppo tardi. Ci riusciranno? Non voglio spoilerare, ma posso assicurare che il lettore rimarrà incollato alle pagine (o allo schermo, come nel mio caso): Prosperi è sempre un grande narratore che ama i colpi di scena e i capitoli brevi e pieni di azione a cui alterna momenti di approfondimento storico. La documentazione e la ricerca che sta dietro a questo libro è evidente anche nella bibliografia finale: Prosperi è sempre ben preparato quando si mette davanti al computer a scrivere, niente viene lasciato al caso, e questo è uno dei suoi indubbi punti di forza, assieme alla scelta delle tematiche più avvincenti.

Una curiosità: l’ambientazione romana tornerà poi in un romanzo di genere molto diverso, Vlad 3.0, di cui ho scritto una recensione.

Firenze, 9 marzo 2021

Bibliografia

Prosperi P., Undicimila settembre, Firenze, Fratini, 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...