Storia di una suora progressista

Di Massimo Acciai Baggiani

Col loro secondo romanzo la coppia Delìa-Riato, Andrea e Nicoletta, conferma quanto ho già scritto riguardo all’opera prima, L’incanto del silenzio: grande preparazione storica unita a uno stile avvincente in cui si fondono le due personalità degli autori. La Diciottesima è un’opera breve ambientata alla fine del XVIII secolo, a Teramo, in un convento di monache: in un’epoca di grande fermento intellettuale, all’indomani della rivoluzione americana e poco prima di quella francese, si svolge la vicenda umana di Emma, la “diciottesima” suora, monacata a forza per volere di un prete che vede in lei un pericoloso testimone delle sue malefatte. Gli ingredienti del thriller ci sono tutti, ma non mancano quelli più propriamente culturali e sociali. Un libro da leggersi tutto d’un fiato, lasciandosi trasportare da suggestioni illuministe e oscurità dell’animo.

Firenze, 26 settembre 2020

Bibliografia

Riato N., Delìa A., La Diciottesima, Amazon, 2020.

Sulle tracce di Bruegel e Cardano

Di Massimo Acciai Baggiani

Tra i libri che mi sono portato a casa dalla fiera Lucca Città di Carta, c’è un curioso romanzo scritto a quattro mani da un autore milanese e da un’autrice padovana, poi da me intervistati. Due studiosi. Nicoletta Riato e Andrea Delìa hanno unito le forze in un ambizioso progetto letterario, edito da una piccola casa editrice, in cui hanno investito molto, in tutti i sensi. L’incanto del silenzio è una storia di amore, un romanzo storico e molto altro. È un’ipotesi suggestiva che vede uniti due grandi personaggi del passato: il medico e matematico italiano Gerolamo Cardano e il pittore fiammingo Pieter Bruegel. Anch’essi due studiosi, vissuti nello stesso secolo, che paiono dialogare attraverso le loro opere e che probabilmente si sono anche incontrati di persona – o così suggeriscono i gli autori di questo libro. Due liberi pensatori, in anticipo sui tempi, perseguitati dalle autorità ecclesiastiche.

Gli ingredienti per una storia avvincente ci sono tutti: l’azione si svolge ai nostri giorni e ha per scenario luoghi suggestivi quali Barcellona e Mont Saint Michel, colti nella loro atmosfera attraverso una prosa vivida e ricca di dettagli ma non pedante. Un libro che certo può piacere agli storici dell’arte e della filosofia, ma che non dispiacerà neanche ai profani (come me). Tutto parte con il ritrovamento di un misterioso manoscritto cinquecentesco e finisce con… ma questo è meglio che sia il lettore a scoprirlo da solo.

La Verna, 1° settembre 2020

Bibliografia

Riato N., Delìa A., L’incanto del silenzio, Edizioni Federica.