I vicini – Finale di Marcella Spinozzi Tarducci

Leggi la prima parte di MASSIMO ACCIAI BAGGIANI

Poi una sera decidi di suonare di nuovo quel maledetto campanello, infuriato come non mai. Al suono insistito che fai, improvvisamente e direi inaspettatamente la porta si apre con una certa lentezza, e ti rivela la presenza di una ragazza giovanissima e molto bella che guarda stupita la tua aria adirata, incredula che qualcuno possa essere disturbato dal baccano che anche dall’ingresso si sente distintamente. Le parole che avevi preparato ti muoiono in bocca e quasi a tua insaputa sorridi.

«Vuoi partecipare alla festa?» ti chiede «Siamo in tanti ma per te c’è ancora posto!»

Entri come un automa, passi sul terrazzo seguendo la ragazza che ti presenta a tutti i componenti della brigata che ti accolgono con grande cordialità, una ti porge un bicchiere di vino, un’altra ti propone un bignè, e all’improvviso ti accorgi di stare benissimo e di aver perso inutilmente tante occasioni.

Carolina, la ragazza che ti ha aperto la porta, ti guarda con occhi dolci e vuole brindare con te. Scopri improvvisamente che la vita è bella