Le ore piccole

Di Massimo Acciai Baggiani

ore piccoleLa notte è piena di vita. Per alcuni questa si esprime in sogni arruffati e surreali, al caldo delle coperte; per altri a giro in locali con luci soffuse, popolati da personaggi che apparirebbero terribilmente improbabili alla luce del giorno. La notte è dei giovani, ma non solo. Il protagonista di questa straordinaria commedia scritta e diretta da Alessandro Riccio, Ore piccole, Vladimiro, è un rapper in erba, ribelle e innamorato; vive un’esperienza psichedelica e alcolica che lo condurrà, al mattino, smemorato e confuso, a un interrogatorio di polizia per atti osceni in luogo pubblico. Cos’è davvero successo? Qual è il confine tra realtà e immaginazione?

L’opera è andata in scena in questo ultimo scorcio di 2019 al Teatro Puccini, a Firenze, e si è avvalsa di attori di prim’ordine, tra cui spicca il grande Riccio accanto all’immancabile Gaia Nanni. Un grande spettacolo di varietà, pieno di invenzioni, che non può fare a meno di stupire e coinvolgere.

Firenze, 31 dicembre 2019