Massimo Acciai Baggiani

31531284_1265402216926518_6862358394607501312_n

Foto di Patrizia Beatini

E-mail: massimoacciai@alice.it

 

Massimo Acciai Baggiani nasce a Firenze il 9 aprile 1975. Laureato in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze nel 2001, con una tesi sulla comunicazione nella fantascienza, si è interessato molto presto al genere narrativo fantascientifico e fantastico in generale, scrivendo e pubblicando brevi racconti su riviste in italiano e in Esperanto e classificandosi in vari concorsi letterari. Tra la sua produzione scritta si conta anche poesia (alcune opere sono state segnalate in concorsi e pubblicate in antologie) e un romanzo fantasy inedito, anche se trova la sua dimensione ideale nei racconti.

Ha svolto attività di grafico e impaginatore presso le Edizioni TIERRE, a Firenze, ed è stato redattore di Nova Sento, organo della IEJ (Gioventù Esperantista Italiana) e coredattore de “L’esperanto”. organo della FEI (Federazione Esperantista Italiana) tra il 2003 e il 2006. Attivista all’interno del movimento esperantista (è stato consigliere della IEJ fino al 2006). Ha scritto articoli per l’agenzia di stampa online Disvastigo.
Dal 2003 collabora nella redazione di Indire seguendo dapprima il Progetto CEAS (www.progettoceas.it) ed in seguito i siti della riforma Gelmini delle scuole superiori (http://nuovesuperiori.indire.it/). Nel 2007 si è occupato dell’Archivio Storico Fotografico Locchi, a Firenze. Nel 2008-2009 è impiegato come bibliotecario nella Biblioteca Multimediale dell’Istituto Gramsci-Keynes a Prato.

Alcune sue opere sono state portate sulla scena durante performance promosse dalla rivista online Porpore (www.porpore.com) che ne ha curato anche la pubblicazione online insieme ad un’intervista dell’autore sul numero di dicembre 2002.
Dal 2002 si occupa di performance poetiche nei locali fiorentini (tra cui le Giubbe Rosse, storico caffè letterario); performance da cui ha tratto dei video. In campo musicale, tra il 2003 e il 2004 ha suonato nel gruppo epic-metal Monasterium Pisanum (www.monasteriumpisanum.it) ed ha composto le musiche per la serata di poesia “Il Giardino delle Vite senza fine” (dicembre 2004) durante la quale si è improvvisato attore.
Nel 2004 ha prodotto un video comico in vernacolo pisano insieme a Francesco Felici, col quale collabora in vari progetti artistici e culturali.
Nel corso del 2004 ha collaborato con l’associazione culturale “Erba Sacra” (www.erbasacra.com), sul suo sito è apparsa una recensione dei suoi racconti a cura di Monia B. Balsamello.
Nel 2005 ha curato l’ “Antologia dei Segreti di Pulcinella”, edita da Giulio Perrone Editore.
Tra il 2006 e il 2008 ha portato avanti una collaborazione artistica col musicista siciliano Paolo Filippi come paroliere.
Collaboratore Rivista Fucinando e membro del Collettivo Artistico Libero e Indipendente Fucina CHI
Nel 2012 è tra i fondatori del gruppo musicale-poetico Poetikanten, poi associazione culturale ed editrice, da cui è uscito nel 2015. Ha collaborato con la rivista Euterpe.
E’ stato professore di italiano L2 presso Florence University of Arts.

Pubblicazioni cartacee ed e-book:

Racconti e romanzi

L’equilibrista, “Il Grillo” (novembre 2000)
– L’equilibrista, antologia II concorso letterario “Esperanto” 2002, a cura della Provincia di Mantova
La lettoreria, “Inchiostro” (settembre/novembre 2001)
La legantovendejo, “Literatura foiro” (dicembre 2002)
Sabbie bianche, “Inchiostro” (giugno/agosto 2003)
Memorajxo de evoluinta kvarmanulo, “Literatura foiro” (giugno 2003)
La urbo, “Literatura foiro” (n. 232, aprile 2008)
Aiuto che disastro! / La ragnatela, L’area di Broca, n. 86-87, Lug. 2007 – Giu. 2008
Persi nel tempo, Affari di quartiere, dicembre 2010 – gennaio 2011.
Sempre ad est, Faligi, 2011
– Ricominciare da zero, L’area di Broca, n. 94-95, Lug. 2011 – Giu. 2012
Giorni neri, Il Segnale, giugno 2012
La viro kiu evitis la morton, “Literatura foiro” (n. 255, febbraio 2012)
Un fiorentino a Sappada, Lettere Animate, 2012 (2017, 2a ed.)
La nevicata e altri racconti, Edizioni Montag, 2013 (ripubblicata nel 2015 con PoetiKanten Edizioni, seconda edizione riveduta e corretta, e poi nel 2018 con ilmiolibro.it)
Intervista al primo viaggiatore del tempo, L’area di Broca, n. 96-97, Lug. 2012 – Giu. 2013
– La lingvovendejo, “Literatura foiro” (n. 264, agosto 2013)
Un’avventura fiorentina, in AA.VV., In giro per l’Italia in Vespa, Giulio Perrone Editore, 2013
Blue moon, “L’ortica” (n. 11/112, ottobre-dicembre 2013)
Fuga da Facebook, ovvero il passato che ritorna (con Valentina Meloni), L’area di Broca, n. 98-99, Lug. 2013 – Giu. 2014
Apologia del perduto: reductio ad absurdum, con Lorenzo Spurio, Arpeggio Libero, 2014
La compagnia dei Viaggiatori del Tempo, ABeditore, 2017
La lingvovendejo (FEI, 2016)
Il solipsista, nell’antologia del Concorso letterario Racconti toscani (Historica Edizioni, 2016)
La fonte, nell’antologia del Concorso letterario Cultora (Historica Edizioni, 2016)
Il sole nella valigia (con Italo Magnelli,  ilmiolibro.it, 2017)

Poesia e testi di canzoni

Temporale notturno, Antologia del premio Arthur Rimbaud, 1992
Lettera da Amsterdam, Antologia del premio nazionale “Parole”, 1993
Emozioni, “Libera licenza” (settembre 1995)
E lei dormiva beata…, “Antologia dell’Amore”, Premio Editoriale di Poesia e Narrativa Penna d’Autore 2001
Cascata di suoni, antologia “Sensi Inversi”, Giulio Perrone Editore, 2005
Non è sempre bello un cielo limpido, antologia “Sensi Inversi”, Giulio Perrone Editore, 2005
Segreti di Pulcinella, “Antologia dei Segreti di Pulcinella”, Giulio Perrone Editore, 2005.
A mia madre, Rosengarten, “Ilfilorosso”, (n. 49, luglio-dicembre 2010)
A Sighet, “Mai andare a Sighet!” (edizioni Segreti di Pulcinella, maggio 2011)
La bella Italia, “La bella Italia”, antologia premio, 2011
Notte antologia Concorso “Il Tiburtino” (aprile 2012)
17 luglio, La bella Italia, A Sighet, Labyrinthi vol. I, Limina Mentis Editore, 2012
– Alcune poesie in Labyrinthi vol.1, Limina Mentis, 2012
– Alcune poesie in “Ilfilorosso” 52, gennaio-giugno 2012
– Alcune poesie in “I fiori del male” 52, 2012.
Esagramma 41, Faligi, 2013
L’oscura nemica, in Disagio e Letteratura, reading, Firenze, 15 febbraio 2014, TraccePerLaMeta, 2014
Canzone notturna solitaria fiorentina, in Disagio e Letteratura, reading, Firenze, 15 febbraio 2014, TraccePerLaMeta, 2014
C’era una casa su in collina…, Photocity, 2014
– Varie poesie in AA.VV. PoetiKanten: La nuova avanguardia fiorentina, Faligi, 2014
Rekviemo por sciencfikcia manuskripto bruligita, “Literatura foiro” (n. 270, agosto 2014)
A Francesco di Giacomo, in AAVV, “Dodicesimo incontro nazionale Autori e amici di Marzia Carocci”, Tracceperlameta, 2014
A un’amica ritrovata, in AAVV, “Dodicesimo incontro nazionale Autori e amici di Marzia Carocci”, Tracceperlameta, 2014
Meiles daina, in AAVV, “Insieme per la poesia”, 2015
Crisi, in AAVV, I poeti e la crisi (a cura di Giovanni Dino), Fondazione Thule Cultura, 2015
Su un vecchio dondolo, Psychodream, 2016
25: Antologia di un quarto di secolo, Iskretiae Edizioni, 2016
– Haiku, in Haiku in Italia (Empirìa, 2016)
Un giorno o l’altro / Ballata per una solitaria, “Luogos” (n. 9, ottobre 2017)
1987 / Le lucciole, in AAVV, Acufene, a cura di I.v.a.n. Project, Limina Mentis, 2018
– Traduzione in esperanto Poemo di Lucia  Dragotescu, in Poem-Poema / Iubire pierduta-Amore perduto, Editura Fundaţiei România de Mâine, Bukareŝto, 2018

Saggi

Scrittura e memoria: esperanto, lingua di ebrei e comunisti, L’area di Broca, n. 82-83, Lug. 2005 – Giu. 2006
Denaro e letteratura: tra utopia e distopia, L’area di Broca, n. 84-85, Lug. 2006 – Giu. 2007
Cibo e fantascienza, apocalissi e ottimismo, L’area di Broca, n. 88-89, Lug. 2008 – Giu. 2009
Chi è davvero uno scrittore? Ovvero: poniamo che nessuno compri più libri…, Sìlarus, n. 274, marzo-aprile 2011
La metafora del giardino in letteratura, con Lorenzo Spurio, Faligi, 2011
Gli uomini libro di Ray Bradbury, in Gian Luca Gori (a cura di), HUB, Lulu, 2013
Nella rete: il cyberpunk, L’area di Broca, n. 98-99, Lug. 2013 – Giu. 2014
Primo viaggio in Sicilia, L’area di Broca, n. 100-101, Lug. 2014 – Giu. 2015
La comunicazione nella fantascienza, Ermes, 2016
Ghimile ghimilama, Edizioni Eva, 2016
Il sognatore divergente, Porto Seguro, 2018

Concorsi letterari:

Racconti e prosa

L’equilibrista, 3a ed. concorso “Stratagemma” (1999). 1° classificato
L’equilibrista, concorso del periodico “Il Grillo” (2000). 1° classificato
Il meccanismo inconoscibile, 4a ed. concorso “Stratagemma” (2000). 3° classificato
Sai tenere un segreto?, 5a ed. concorso “Stratagemma” (2001). 3° classificato
L’equilibrista, II concorso letterario “Esperanto” (2002), segnalato dalla giuria
Il pianeta, 6a ed. concorso “Stratagemma” (2003). 3° classificato
– Terzo classificato ex equo, sezione Paradossi, Premio di Filosofia “Le figure del pensiero” (2008)
L’ultimo arrivato, 2° classificato al Concorso Letterario Serre Torrigiani (2018)

Poesia

Temporale notturno, premio Arthur Rimbaud (1992), segnalata dalla giuria
Lettera da Amsterdam, Premio Nazionale “Parole” (1993), opera finalista
E lei dormiva beata…, Premio Editoriale di Poesia e Narrativa Penna d’Autore (2001), 10° ex equo
La bella Italia, premio “La bella Italia” (2011), 4° classificato
Requiem per un manoscritto di fantascienza dato alle fiamme, Premio nazionale di poesia Patrizio Graziani (2013), Menzione d’Onore
Uomo del XXII secolo, segnalato al Premio L’Arte in Versi (2013)
– Haiku vari, segnalato Premio Kaiku in Italia 2015, Edizioni Empiria
Beyond the years (Ballata dei giorni futuri), Primo classificato di gelt0Ub 2016

Opere poetico-musicali

Un uomo d’altri tempi (autoprodotto, 2017)

Pubblicazioni online

www.raccontida.it (un racconto)
– www.porpore.com numeri 3 e 4 (poesie, racconti e articoli)
www.petitprince.it (prose)
www.erbasacra.com (articoli)
www.babyloncafe.eu/acciai.htm (racconti e saggi in esperanto)
www.webalice.it/andrea.mucciolo/Conto_alla_rovescia.html (racconto)
www.webalice.it/andrea.mucciolo/Bar_marina.html (racconto)
www.webalice.it/andrea.mucciolo/Massimo_acciai.html (racconto)
www.webalice.it/andrea.mucciolo/Articoli.html (articolo)
www.internacia-gazeto.com (racconto in esperanto)
www.disvastigo.esperanto.it (articoli)
http://nazariopardini.blogspot.it/2012/05/tre-poesie-di-massimo-acciai.html (poesie)
http://blogletteratura.com/ (racconto)
http://www.oltrefreepress.com/2013/12/06/forme-darte-massimo-acciai/ (due poesie)
Una lingua inventata è un paradosso? (su Uniforme-mente)
Il latino “moderno” e i suoi derivati (su Latinamente)
Casanova autore di fantascienza: una lettura moderna dell’Icosameron (su PASSPARnous)
Eugenetica, omofobia e stupro mediatico (su PASSPARnous)
Leggere ovvero il decalogo di un lettore onnivoro (su PASSPARnous)


E-book e audiolibri

La sola absolvita / L’unico assolto, Faligi, 2009
– La giornata di un Viaggiatore del Tempo
, Lillibook, 2013
– Un racconto di natale
, Lillibook, 2013
– Le sei stagioni
, Lillibook, 2013
– 8 marzo 2013,
in “A mia madre”, audioantologia, Estroverso, 2013
Su un vecchio dondolo, Psychodream, 2016


Introduzioni ad opere altrui

– Vessela Lulova Tzalova, Gemiti sventurati, Slaviany, Sofia, 2005
– Dario De Lucia, Tutta colpa della poesia, Napoli, 2003
– Paolo Ragni, Parcometri e dismissioni, Edizioni SDP, Firenze, 2010

Testi di Canzoni

http://www.segretidipulcinella.it/sdp16/let_08.htm


Video

– Il giardino delle vite senza fine 1 e 2 (2005)
– Di chi è la Luna? (2005)
– L’ultimo respiro sulla Terra (2005)
– Neve (2005)
– Via da Rifredi (2005)
– Contaminazioni Creative Bianco Calce (2005)
– Beceri e puntate (2005)***
– Fanfolario illustrato (2005)
– Superstizione (2005)*
– Cronaca di una vita in silenzio (2005)*
– Onde (2005)
– Istituto di Wushu di Firenze (2006)*
– Vita che fluisce (2006)
– Backstage (2006)*
– Presentazioni di romanzi di S.C. Vecoli (2007)
– Giorni sereni (2007)
– Non hanno vita propria (2007)
– Gli altri (2007)
– A + Voci: IX edizione (2007)
– Un caimano a Coverciano (2007)
– 30° IJF: Torricella (2007)
– 91° UK: Firenze (2007)
– Denaro (2007)
Dettagliato Resoconto Dello Stato Delle Cose (2008)**
– Cibo (2009)
– Borse nere come nidi (2009)
Salire sul treno dei poeti (2010)**
– Lavoro (2010)°

* in collaborazione con Lorenzo Carpentiero
** in collaborazione con Paolo Ragni
*** in collaborazione con Francesco Felici
° in collaborazione con Graziano Dei

Interviste

Porpore (dicembre 2002)
Paolo Ragni (febbraio 2006)
Babyloncafé (agosto 2007)
La poesia e lo spirito (ottobre 2007)
whohub (novembre 2008)
Oltrefreepress (dicembre 2013)
Il Salotto di Antonio Moccia (aprile 2016)
Italo Magnelli (agosto 2017)
In verde con stile (febbraio 2018)
Recensionilibri.org (marzo 2018)

Sempre ad est
Faligi, 2011
Hynreck è un pacifico taglialegna che conduce una vita tranquilla e solitaria. Unica sua compagnia; Saj, un surypanta femmina, animale domestico dotato di poteri telepatici: può mostrare al padrone tutto ciò che i suoi occhi hanno visto durante la sua lunghissima esistenza. Un giorno la sua compagna gli viene sottratta con l’inganno da un mago che “colleziona” surypanta e il nostro insolito eroe parte subito al recupero, affrontando insieme a due fanciulle, Linda e Sara, la cui ricerca s’intreccia con la sua, un difficile e rischioso viaggio ricco di imprevisti ed avventure, per terra e per mare, seguendo la guida degli esagrammi dei Ching, fino allo scontro finale. Il finale, a sorpresa, mostra l’intera storia da un punto di vista totalmente inatteso.
Si tratta di un romanzo fantasy che si inserisce nel filone del viaggio di ricerca; un testo ricco di invenzioni narrative e suspense.
La metafora del giardino in letteratura
Con Lorenzo Spurio
Faligi, 2011
Il contenuto di questo libro si presta a letture di diverso tipo, come suggerisce Paolo Ragni nella sua interessante prefazione. E’ un catalogo di giardini letterari, ma è anche una fresca passeggiata tra giardini pensili, orientali, in decadenza e giardini inquietanti. Spurio e Acciai con questo testo analizzano le varie simbologie di alcuni giardini che sono stati trattati in letteratura evidenziando come questo luogo non sia che uno dei più usati ed eterogenei topos di tutta la letteratura mondiale.
L’unico assolto / La sola absolvita
Faligi, 2009
Opera di esordio di Massimo Acciai: un e-book di racconti in esperanto e in italiano, di genere fantastico. 

 

 

 

 

Esagramma 41
Faligi, 2013
La prima raccolta poetica di Massimo Acciai, con prefazione di Mariella Bettarini.

 

La nevicata e altri racconti
Montag, 2013 (1a ed.)
PoetiKanten Edizioni, 2015 (2a ed.)
Ilmiolibro.it, 2018 (3a ed.)
Il filo conduttore che unisce i cinque racconti della presente raccolta è il mondo della scuola. Uno sguardo inedito ai ricordi scolastici, sognando un’altra istruzione che ancora non esiste e che forse non esisterà mai. Ma sono anche memorie di viaggio, piccole avventure vissute lontano da casa, in altri luoghi, e il viaggio è soprattutto metaforico, nei ricordi, nei sogni, nelle speranze. Il primo lungo racconto, da cui prende il titolo la raccolta, racconta di un viaggio in Calabria, in un immaginario paesino assediato dalla neve, dove si riuniscono personaggi legati in qualche modo al mondo della scuola e della letteratura, riuniti per celebrare la morte di un poeta: è lo spunto per una confessione del protagonista, che esprime liberamente le sue idee sulla pagina: quasi un racconto-saggio. Il secondo testo, “Numeri”, riprende il personaggio del primo e ne racconta l’esame di maturità. Gli altri tre testi sono brevi frammenti collegati in qualche modo ai primi due racconti. Si tratta di una rara incursione nella narrativa non-fantastica da parte di un autore che ha abituato il suo pubblico ad una narrativa che si muove tra la fantascienza, il fantasy e l’horror.
A seconda di come volgo lo sguardo
Con Matteo Nicodemo
PoetiKanten Edizioni, 2015
La silloge di Massimo Acciai e Matteo Nicodemo, scritta tutta rigorosamente a quattro mani, spesso via mail, si compone di due parti: “A seconda di come volgo lo sguardo” (che dà il titolo al libro) e “Frattaglie”. Entrambe le sezioni si compongono di 24 poesie, per un totale di 48. Ai versi “rivolti verso il cielo” (non in senso religioso) di Acciai si contrappongono quelli più “terreni” di Nicodemo, in un dialogo tra terra e cielo che prosegue per tutta la prima sezione. La seconda sezione raccoglie invece testi non a tema. Le prime poesie risalgono al 2008, le ultime al 2015: sette anni di lavoro paziente seguendo un progetto ambizioso.
PoetiKanten. Verso un oltre: la nuova avanguardia fiorentina
Faligi, 2014
Testi poetici di Massimo Acciai,  Charlotte Migliolo, Caterina Pomini, Paolo Ragni, Alessio De Luca e Massimo Acciai. Introduzione di Iuri Lombardi

Un fiorentino a Sappada
Lettere Animate, 2012 (1a ed.)
I nove racconti contenuti in questo libro sono ambientati e scritti a Sappada tra il 2006 e il 2012, durante le vacanze estive dell’autore, ospite di un amico. Si tratta di storie fantastiche, in qualche caso specificatamente horror o di fantascienza: l’elemento che le accomuna è la fusione di uno scenario reale – il paese di Sappada, sulle Dolomiti bellunesi – e del fantastico, del soprannaturale, del futuribile. Il libro vuole essere un omaggio ad un luogo alpino incantato che non può non ispirare la scrittura in chi già la pratica da diversi anni: un luogo che solletica il sogno e la fantasticheria, con le sue montagne antiche e maestose, le case e la gente che sembra venire direttamente da un passato remoto che però si è bene integrata col presente. Così Sappada ospita, nella fantasia, paradossi spazio temporali, inquietanti apparizioni, e può essere addirittura trasportata su un altro pianeta sconosciuto. Un fiorentino a Sappada
Lettere Animate, 2017 (2a ed.)

Chi è la misteriosa e inquietante bambina che appare in vari luoghi di Sappada, cittadina dolomitica, annunciando sventure? Come è finita una truppa austriaca della prima guerra mondiale nelle foreste alpine dei giorni nostri? Cosa si nasconde nell’Orrido dell’Aquatona? Questi alcuni dei misteri che il lettore si troverà ad affrontare assieme al protagonista, scrittore fiorentino amante della montagna. I quattordici racconti, scritti e ambientati a Sappada, si situano tra il fantastico, il fiabesco e l’horror, con un pizzico di fantascienza. Ai racconti originari della prima edizione se ne aggiungono altri scritti nelle estati successive, insieme ad una serie di poesie e articoli ispirati a questa magica località al confine tra Veneto, Friuli ed Austria.

Apologia del perduto (Reductio ad absurdum)
con Lorenzo Spurio
Arpeggio Libero, 2014
Racconti a quattro mani (più due scritti separatamente) di genere realistico. Il filo conduttore è il disagio mentale.
C’era una casa su in collina…
Photocity, 2014
La presente raccolta di testi di canzoni è il risultato di una scelta tra le oltre 140 scritte a partire dal 1996 e concentrate soprattutto nel biennio 2007-2008. La quasi totalità delle musiche è di Paolo Filippi, il quale ha registrato presso la SIAE anche i testi dal momento che io non sono registrato, per scelta, alla SIAE. Paolo Filippi ha sempre riconosciuto la paternità dei miei componimenti sia nei molti video da lui realizzati per Youtube, sia per scritto. In alcuni testi mi sono avvalso della collaborazione di alcuni amici, che ringrazio: Rossana D’Angelo, Simonetta Della Scala, Matteo Nicodemo, Iuri Lombardi e Marco Martino. Importante è stata anche la partecipazione, in alcuni testi, dello stesso Paolo Filippi. Parte della produzione successiva al 2008 è raccolta nella silloge “Esagramma 41” (Faligi, Aosta, 2013) nella sezione “canzoni”.
Su un vecchio dondolo, Psychodream, 2016

Si tratta di una raccolta di poesie in e-book suddivisa in tre parti: la prima, che dà il titolo alla raccolta, comprende 133 haiku. La seconda alcune poesie d’amore dedicate ad una ragazza lituana conosciuta durante un viaggio a Vilnius. La terza parte è costituita da poesie varie sul tema del tempo.

Ghimíle ghimilama. Breve panorama su alcune lingue artificiali, rivitalizzate e più o meno follemente manipolate, a cura di Massimo Acciai Baggiani e Francesco Felici
Edizioni Eva, 2016
Si tratta di una raccolta articoli di Massimo Acciai, Francesco Felici, Andrea Cantucci, Amerigo Iannacone e Alessandro Pedicelli sul tema delle lingue “artificiali”: dall’Esperanto al Volapuk, dal latino moderno e i suoi derivati al Quenya, dalla lingua Indaco alla lingua Lara (queste ultime presentate per la prima volta al pubblico), dal norvegese al cornico. Una carrellata di alcuni casi linguistici, completi di profilo storico, schemi grammaticali e piccole antologie poetiche. Un libro che non può mancare nella libreria di un vero linguista.
La comunicazione nella fantascienza
Ermes, 2016
Il saggio ripercorre la storia del genere fantascientifico, sia letterario che cinematografico, dalle origini alle soglie del XXI secolo, individuando il grande tema della comunicazione uomo-uomo, uomo-macchina e uomo-animale, riletto attraverso gli studi dei teorici dei mass-media, nel passaggio tra la prima diffusione del Web e l’affermarsi di social network e blog.
25: Antologia di un quarto di secolo, Iskretiae Edizioni, 2016

Una raccolta di 26 poesie (una per ogni anno) per celebrare i 25 anni dalla prima poesia di Massimo Acciai. Una carrellata dall’inizio degli anni ’90 al 2016.

La lingvovendejo,
FEI Edizioni, 2016
Una raccolta di 25 racconti fantastici in esperanto. L’esordio dell’autore nella letteratura esperantista, edito dalla Federazione Esperantista Italiana.
La compagnia dei viaggiatori del tempo
Editore ABEditore, 2017
Dodici amici si riuniscono settimanalmente nei luoghi più disparati. Si tratta di “viaggiatori del tempo”; scrittori dilettanti che esplorano il Futuro attraverso l’immaginazione, la loro macchina del tempo. Nei loro incontri si raccontano storie lunghe e brevi sul tema del Tempo, dell’Eternità, dell’Utopia. Racconti rigorosamente orali, rielaborati e messi poi per scritto da uno dei dodici; l’anonimo narratore, armato di registratore e penna, che descrive anche lo svolgersi di ciascuna delle otto serate. È una raccolta di racconti, inseriti in una cornice narrativa (seguendo l’esempio illustre del Decamerone), a volte drammatici, a volte ironici, che oscillano continuamente tra la fantascienza pura ed il fantastico. Molti sono i rimandi ai classici del genere fantascientifico. Ogni racconto fa da spunto per il dibattito e commento degli altri componenti del “simposio” e porta alla narrazione del racconto successivo. Ai racconti, riscritti e rielaborati dall’anonimo narratore scrittore, si alternano i momenti conviviali ed i commenti del narratore stesso.
Radici
Porto Seguro, 2017
di Massimo Acciai Baggiani, Pino Baggiani, Italo Magnelli
Radici racconta la storia del nostro Mugello attraverso le impressioni di chi ha calpestato questa terra, le vicende di una famiglia, Baggiani, si mescolano e si intersecano, nel testo, con il vissuto di questa bella vallata distesa ai piedi dell’Appennino.
Un viaggio attraverso i grandi che hanno costruito il nostro passato, da Giotto a Don Milani, senza tralasciare le bellezze architettoniche, dal Castello di Cafaggiolo alla Fortezza di San Piero.
Questo lavoro straordinario di ricerca, vive intrecciando ciò che siamo, che eravamo e ciò che ci è rimasto, portandoci a riscoprire le nostre radici.
Il Sole nella Valigia,
ilmiolibro.it, 2017
di Massimo Acciai Baggiani e Italo Magnelli
Un viaggio nel proprio sé, onirico e incantato. Le immagini accompagnano una dolce ragazza in una storia senza tempo.
Foto di Italo Magnelli, testi di Massimo Acciai Baggiani.
Nessun altro
L’Erudita, 2018
a cura di Massimo Acciai
Si tratta di una raccolta di prose (articoli e racconti) sul tema dell’ “Altro”, di 15 autori: tanti quanti gli anni di vita della rivista online di letteratura e cultura varia “Segreti di Pulcinella” (2003-2018). L’antologia è aperta da una commedia di Massimo Acciai, fondatore e direttore della rivista, che vede come protagonista Krob, un buffo personaggio che parla in esperanto, ospite di una famiglia italiana disfunzionale. Questo, insieme agli altri testi presente, vuol far riflettere sulla tematica – molto attuale – dei rapporti con l’altro, inteso come persona diversa da noi, portatrice di un’altra cultura e di altri valori, e vuol promuovere una pacifica convivenza e armonia tra le persone.
Il sognatore divergente,
Porto Seguro, 2018

Massimo Acciai Baggiani decide, scavando negli scritti e nella vita dello scrittore e amico Carlo Menzinger di Preussenthal, di studiare la narrativa fantascientifica e i suoi sottogeneri. In un saggio originale, che tocca le note della biografia, scoprirete i retroscena più nascosti di mille universi paralleli.